Uzbekistan – un epilogo abbastanza lieto

Siamo tornati dal viaggio in Uzbekistan il 7 giugno 2017.
La valigia è tornata da sola il giorno successivo, presentando contenuto intatto (inclusi i som uzbeki e i gettoni della metrò di Tashkent), ma involucro da buttare, dal momento che, non si sa per quale ragione, hanno tagliato un pezzo di cucitura della cerniera e hanno fatto sparire il lucchetto che era nuovo nuovo e con sistema TSA. Non sappiamo dove sia successo tra Tashkent, Mosca e Venezia. Ma siamo propensi a dare la colpa ad una delle ultime due tappe.

Sono tornati anche i bobò, che tenevamo gelosamente custoditi in valigia ben avvolti da morbidi panni. I Bobò ci hanno pregati di diffondere il seguente messaggio:
“Siamo stati trattati bene. Vogliamo ringraziare il popolo italiano e la comunità internazionale per la solidarietà alla causa della nostra liberazione. Aviapartner ha condotto le trattative con il Cremlino in maniera efficace e non ci risulta sia stato pagato alcun riscatto. Difficile dire i nostri programmi per il futuro, abbiamo una certa età e il peso forma è un ricordo lontano. Ringraziamo le autorità italiane e GLS che ci hanno restituito alle nostre famiglie.”
 

18954658_10155010295914998_5832452476270062629_o