L’alieno nella pancia. XII

(… continua da qui …)

3 gennaio
– 9 giorni al contatto con l’alieno. O forse no.

E’ il 3 gennaio e io il cielo inizio a guardarlo sempre meno. Sono al quarto giorno di degenza ospedaliera e continuo a pensare che non avrei voluto incontrarti così, Staglieno. Non era così che mi immaginavo il culmine di questo nostro percorso di reciproca scoperta fisica e sensoriale. Non avrei voluto che andasse così, ripeto a mio marito. Max mi guarda, “Non è colpa tua, tu sei forte. Resisti che manca poco e poi ce l’avremo in braccio”. Ennesimo monitoraggio battito alieno/contrazioni, ennesima ora sul lettino a fissare un tracciato che non mi restituisce criteri di valutazione.
Si procede con l’ossitocina, ultimo tentativo di induzione.

L’ossitocina entra in circolo velocemente, io sono attraversata da contrazioni sempre più frequenti e violente. Ad ogni contrazione mi appendo a Max con tutte le forze residue. Non riesco più ad alzare la testa ma Staglieno lo sento scendere, so che manca poco ma anche che quel “poco” dipende da me e dalle energie difese a fatica in ormai 60 ore di ricovero. Dopo due ore Staglieno entra nel campo dei radar, da qui basta spingere. O tirare, a seconda che si guardi dalla terra o dal cielo.

La discesa di un alieno sulla Terra è un evento potente, assoluto, impellente. Non mi soffermerò sull’aspetto del dolore, per quanto presente e intrinseco nell’esperienza, quanto su quello dell’urgenza, di una necessità di chiudere il ciclo che fa spingere e tirare e urlare di un urlo liberatorio e primordiale. Si urla perché manca così poco al miracolo, eppure ancora non avviene. Si urla di una voce non propria, e di un urlo che non fa paura. E’ l’urlo della forza animale che ti si libera dentro, di tutto il tuo corpo che vuole poter incontrare l’alieno al di fuori di sé. È lo stesso urlo che diventa lacrima, che diventa liquido, dopo che l’ultima spinta ti permette di vedere, finalmente, l’alieno nella sua interezza.

L’alieno. Emilia.

***

Link alle puntate precedenti:

L’alieno nella pancia I

L’alieno nella pancia II

L’alieno nella pancia III

L’alieno nella pancia IV

L’alieno nella pancia V

L’alieno nella pancia VI

L’alieno nella pancia VII

L’alieno nella pancia VIII

L’alieno nella pancia IX

L’alieno nella pancia X

L’alieno nella pancia XI

Un pensiero su “L’alieno nella pancia. XII

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...