L’alieno nella pancia. IV.

(… continua da qui…)

4 agosto

– 161 giorni al contatto con l’alieno

Io e Staglieno ci siamo alleati contro gli uomini del laboratorio e abbiamo vinto: un mese di tregua, un mese senza esami.

L’alieno è risultato immune alla betatalassemia e alla fibrosi cistica e le probabilità che abbia la sindrome di Down, di Edwards o di Patau paiono molto basse.

Le informazioni per ora sono state ritenute soddisfacenti, il monitoraggio è sospeso.

Rasserenato da questa quiete o forse consapevole che sono una mamma ansiosa ex ante, l’alieno ha iniziato a manifestare in maniera più tangibile la propria presenza.

Al mattino il piccolo dirottatore si erge come una sorta di cupoletta semirigida coperta dal lenzuolo. Più la vescica è colma, più l’alieno svetta col suo periscopio sul mondo esterno. L’ultima volta che avevo sentito qualcosa di diverso dalla ciccia ad altezza pancia erano degli addominali. (Anche la costipazione, certo.)

Comunque l’effetto non è male, ci stiamo allontanando progressivamente dallo parvenza di panzetta-da-birra che poco apprezzavo.

L’altra modalità che Staglieno ha sviluppato per ricordarmi che esiste anche quando non lo posso vedere è quella di spingere verso l’esterno gli organi interni che gli capitano a tiro. Alternativamente mi fa male un-po’-più-a-destra e un-po’-più-a-sinistra di dove suppongo ci sia il suo abitacolo.

Il mio corpo continua a reagire alla presenza di Staglieno attuando una serie di modifiche:  le areole dei capezzoli avanzano e si ritirano come la marea, la mia taglia di reggiseno è passata da “abbondante” a “soubrette anni 90 siliconata”, sono ufficialmente incontinente e i pantaloni  che fino alla settimana scorsa mi calzavano a pennello ora mi fanno ciao dai monti come le caprette di Heidi.

C’è un dialogo tra Staglieno e quell’involucro esterno a lui che è il mio corpo che spio come una vicina di casa impicciona e che mi incuriosisce molto.

Non scruto nulla, ma cerco di ascoltare cosa si dicono quei due.

Perché si parlano molto – alla facciaccia mia – lo so.

(…continua qui…)

***

Link alle puntate precedenti:

L’alieno nella pancia I

L’alieno nella pancia II

L’alieno nella pancia III

9 pensieri su “L’alieno nella pancia. IV.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...