Go North (but not that North) – 5

( …continua da qui… )

SIGULDA (LV) KLAIPEDA NIDA KLAIPEDA (LT) – 411 KM

Esiste una Radio Maria lettone, si chiama praticamente uguale (Radijo Marija) e si intromette nelle frequenze quando stai ascoltando rock.
La collina delle croci somma religione, spiritualità e patriottismo.
Per ottenere privacy i lituani cingono il giardino di casa con una fila di cipressi. L’effetto visivo è di un camposanto molto esteso.
Strada pedonale e ciclabile utilizzano lo stesso marciapiedi ma sono divise cromaticamente.
I giardini delle abitazioni includono parte del bosco circostante. Il risultato è quello di un limite meno brutale tra spazio umano e natura.
I piatti tipici con carne prevedono abbondanza di sugna e se portati a casa in modalità doggy bag danno un caratteristico odore a tutto il resto.
La tuta in ciniglia è tornata di moda, o forse non è mai passata.
La Curlandia, una penisola tutelata dall’Unesco e divisa tra Russia e Lituania, sta avanzando sempre di più nel mar Baltico per effetto del vento e dell’acqua.
Nel parco di Neringa, in Curlandia, avremmo dovuto incontrare cinghiali e cervi ma abbiamo visto solo orbettini, cornacchie e insetti.
A Nida esiste un ristorante in cui il pesce viene affumicato a turni dal ristoratore e appeso all’esterno del locale e poi viene scelto personalmente dall’avventore. I candidati possibili sono: anguilla, aringa e sorta-di-merluzzo.
Abbiamo iniziato a capire la logica dei limiti di velocità che si susseguono ad una frequenza che all’inizio può risultare snervante ma quella dei parcheggi ci sfugge ancora.
Tutti i bambini in bicicletta indossano i caschetti.
I wc pubblici sono ovunque, nei grandi parcheggi e persino nel bosco.
I 50 km di costa del parco di Neringa possono essere percorsi con qualsiasi mezzo possibile, dalla bici al segway.
I distributori di bevande sono dislocati anche in luoghi che riterremmo anomali in Italia, dal panificio al supermercato passando per gli uffici informazioni.
Il brodo è una bevanda contemplata dai distributori di bevande.
La polizia la vediamo sempre e solo in macchina. Credo non scendano mai.
I pullman in Curlandia partono quando sono pieni, gli orari sono un parametro secondario.
Nel bosco delle streghe di Juodkranté la stessa scultura era interpretata da me come un bambino perso nel bosco con un agnellino e dal barbuto come un diavoletto con caprone (“Vale ma non vedi hanno entrambi le corna?”).

L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi, albero, pianta e spazio all'aperto

(… continua qui… )

2 pensieri su “Go North (but not that North) – 5

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...