il paltarà e i consigli di lettura

Le unità di misura sono un affare complicato, lo sa bene il lettore che affronta gli scritti di Melville o Gogol e che ad anni di distanza si chiede ancora quanto pesava lo storione del capo della polizia o quanto distava Moby Dick dal capitano Achab.
A volte, però, avere un secondo sistema numerico a disposizione si rivela un interessante Deus ex machina per risolvere alcune situazioni intricate.
A me pochi giorni fa è tornato utile полтора (per i russofili: qui).
Полтора (si traslittera poltora ma si pronuncia paltarà) indica in russo “un’unità e un mezzo”.  Come usare questa misura curiosa? E’ presto detto

Esempio 1: è pomeriggio e decidi di fare merenda con un paio di mele ma vieni interrotto a metà della prima mela dalla classica telefonata inopportuna. Per rispondere al telefono hai lasciato sul tavolo un paltarà di mela (полтора яблока).

Esempio 2: tuo figlio ha un anno e mezzo e ti disturba dire che tuo figlio ha 18 mesi, perché non stiamo parlando di stagionatura ma di età. Puoi affermare “Mio figlio ha un paltarà di anno” (“Моему сыну полтора года”)

Esempio 3: una partita di calcio dura un paltarà di ora (полтора часа). Anche i film di solito durano un paltarà di ora.

Esempio 4: il tuo anniversario di coppia cade in una data un po’ sfigata, diciamo ad esempio il 27 dicembre. Dopo due giorni di abbuffate in famiglia è lecito non avere voglia di uscire a cena, né tantomeno di cercare di lenire i sensi di colpa ingrossando le fila dei frequentatori di locali veggie-chic dove i prezzi sono alti alti alti e tu sei piccolina, e tu sei piccolina (sei nata poverina, che cosa ci vuoi far!)
Un’ottima soluzione è allora quella di festeggiare l’anniversario in maniera modesta e dedicare le proprie energie al festeggiamento del paltarà di anno.

Ovviamente l’ultimo esempio è quello che ha rispecchiato fedelmente la mia applicazione del paltarà al contesto italiano.
E a proposito di regali di paltarà di anno, consiglio fortissimevolmente questo: BUIO IN SALA, raccolta di recensioni cinematografiche un po’ serie e un po’ no di Leo Ortolani.
Vedrete che ne sarà valsa la pena di aver aspettato mezzo in più.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...