Laika – il nuovo umanesimo di Ascanio Celestini

Nel suo ultimo spettacolo, “Laika”, Ascanio Celestini porta con sé sul palco Fedor M. Dostojevskij, Jose Saramago, Joseph Roth e Fabrizio De André. Non li nomina, non li mette in scena, ma se ne sente la forza.
Non sapendo se Dio esiste, e sapendo ancora meno se Dio è buono e onnipotente, la speranza di salvezza dell’umanità è riposta nell’umanità stessa, e nello specifico dagli scarti dell’umanità, dalle sue periferie. Dai facchini negri, dai barboni, dai ciechi, dalle prostitute, dalle vecchie, dalle signore con la testa impicciata.
Da Laika, il cane randagio che forse ci guarda ancora da qualche punto di quella volta celesta che sta collassando..
“Laika” è uno spettacolo potente, una celebrazione dell’umanità e dello splendido stato di ispirazione e forma teatrale in cui versa Ascanio Celestini.

celestini1

(Le prossime rappresentazioni di “Laika” le trovate qui)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...