Three Steps to the Orgasm

Una cosa che mi affascina del post rock, e mi affascina davvero, è che il pubblico guarda i musicisti ma i musicisti non guardano il pubblico. Ricorderò sempre un concerto dei Giardini di Mirò a Sesto al Reghena qualche anno fa. Guardavo Jukka Reverberi e pensavo “Potremmo esplodere tutti come popcorn. O andarcene via“, non cambierebbe un cazzo. Non smetterebbero di suonare. Non se ne accorgerebbero neppure.
Il post rock è il secondo prima dell’orgasmo. Il momento in cui pensi che rallentare o distrarti sarebbe fatale.
E il pubblico, davvero, può essere terribilmente distraente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...