quello che amo di noi

Quello che amo di noi è la banalità del bene.
E’ il tempo che passiamo davanti allo scaffale del supermercato per confrontare i prezzi al chilo dei biscotti.
E’ la divisione dei compiti che non si basa sui ruoli tradizionali ma sull’attitudine.
Sono i progetti che prima della nostra relazione stavano morendo di solitudine.
Sono gli spazi obliqui che occupiamo nel letto.
Sono le parole da grandi di cui non abbiamo più paura.

Quello che amo di noi sono i metodi artigianali di svegliarci a vicenda per sopraggiunto orario o sopraggiunto ormone.
E’ l’interesse verso ciò che prima di noi era irrilevante.
E’ lo stampo dei nostri odori nelle porte, sui muri.
E’ la forza che trasforma le nostre debolezze e i nostri abiti stropicciati in quotidianità. Sono le ore spese su Amazon a cercare un tavolo o una macchina fotografica.

Quello che amo di noi è che la nostra casa è aperta, perché il rifiuto l’abbiamo sperimentato in prima persona e ci ha ferito.
E’ un’immagine che annaffio nel cuore e che ci rappresenta: tu che mi porgi la mano per stringere la mia mentre con l’altra aiuti uno sconosciuto a portare la sua valigia.
L’amore espanso che abbiamo ricostruito dopo tanta roccia nuda.

Questo è quello che amo di noi.

1633577460

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...