L’esilio come grazia

Se avete tentato di adattarvi a un certo stampo e non ci siete riuscite, probabilmente avete avuto fortuna. Sarete magari in esilio ma vi siete protette l’anima. Si verifica uno strano fenomeno quando si cerca di adattarsi e non ci si riesce. L’esiliata è allontanata e, nel contempo sospinta proprio nelle braccia della sua vera pelle psichica, sia questa un corso di studi, una forma d’arte, un gruppo di persone..

E’ peggio restare nel luogo cui non si appartiene che vagare sperduti alla ricerca dell’affinità psichica e spirituale di cui si ha bisogno. Non è mai un errore cercare ciò di cui si ha necessità. Mai.
C’è qualcosa di utile in queste torsioni e tensioni. Qualcosa nell’anatroccolo si è temprato, si è rafforzato con l’esilio. Non è una situazione auspicabile, ma il suo effetto è simile a quello del carbonio puro che sotto pressione produce diamanti: conduce alla fine a una profonda grandiosità e a una grande trasparenza della psiche.
In un procedimento alchemico, la sostanza di base del piombo viene battuta e martellata. Se l’esilio non è auspicabile in sé, se ne può comunque trarre un inatteso vantaggio; molti sono i doni dell’esilio. Elimina la debolezza con il martellamento. Rimuove i piagnucolii, consente un’acuta introspezione, intensifica l’intuito, concede il potere dell’osservazione penetrante e la prospettiva che l’insider, colui che resta dentro, non potrebbe mai ottenere.
Se l’esilio presenta degli aspetti negativi, pure la psiche selvaggia riesce a sopportarlo. Fa desiderare ardentemente molto di più per liberare la vera natura, e una cultura a questa adatta. Anche questo desiderio ardente, questa brama da andare avanti una donna. Induce la donna a continuare a cercare e, se non riesce a trovare la cultura che la incoraggia, a decidere di costruirsela da sé. E ciò è bene, perché, se la costruisce, altre che a lungo l’hanno cercata un giorno misteriosamente arriveranno e con entusiasmo proclameranno di averla cercata tutto il tempo.

(Donne che corrono con i lupi, Clarissa Pinkola Estés)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...