tra Ferrara e il deserto dei Gobi

Cantami i luoghi che non visiterò
– il sale evocato sgretolerà questo mio cemento acceso –
Xöömi
la vibrazione inghiotte il ragazzo con la bottiglia in mano
la resilienza della folla
l’eco di una chitarra qualche respiro più in là.
La tua bocca è l’alcol in cui perdo sensibilità
il fischio che le mie labbra non sanno produrre
Sono sola con l’umidità del tuo palato
sola con le nostre articolazioni inconciliabili.
Fammi scivolare fuori dal delta del Po

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...