Io, le 6 di mattina e il gatto

Facebook è terribile. Ti fa perdere un sacco di tempo nel cercare qualcosa che raramente trovi. Lampi culturali, informazioni davvero rilevanti sulle altre persone.

Dicono che Facebook sia dispersivo. Non è del tutto corretto. Sei tu che diventi dispersivo su Facebook, assecondando una sua naturale velleità.

Quindi ho deciso da qualche giorno di combattere Facebook andando a dormire presto la sera e svegliandomi alle 630 per scrivere. Alle 630 di mattina nessuno dei miei amici scriverà mai su Internet. Alcuni hanno smesso alle 23, altri alle 2 o alle 3. Ma nessuno va oltre.
Quindi vivo del principio di LadyHawke con il mio gatto.

Ci svegliamo (o meglio, lui appare sempre sveglio alle 630), lui mi morsica le dita dei piedi, combattiamo un po’ sul lettone. E poi accendo il Mac e inizio a riformulare pensieri mal formulati su carta, pagine Word o neuroni sparsi.

Talvolta Mr T non capisce che io avrei smesso di giocare.

Talvolta Mr T continua ad azzannarmi il braccio. E allora si fanno le 7.

Un pensiero su “Io, le 6 di mattina e il gatto

  1. Alle 6.30 il mondo è moooolto più umano anche io preferisco, ultimamente, alzarmi alle 6.30 per andare in bicicletta al lavoro e la sera leggere dei libri ma non smeore ci riesco e spesso cerco quello che non trovo come te.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...