Intervista a Vera Politkovskaja

Ecco l’intervista che grazie a LSDI e a Mondo in Cammino ho avuto il pregio di fare a Vera Politkovskaja, figlia della giornalista uccisa a Mosca nel 2006. L’occasione è stato l’incontro “Libera stampa”, tenutosi a Vittorio Veneto (TV) il 14 maggio scorso.


***

Pensa che il giornalismo russo sia cambiato dopo la morte di Sua madre? Se sì, in che modo?

Sì, è cambiato e non certo in positivo. Già prima della morte di mia madre si notava una tendenza generale al peggioramento, anche in seguito è proseguito nella stessa direzione. Nel nostro paese la libertà di stampa è un problema grave. Ogni giornalista si trova di fronte ad un bivio: può scegliere la carriera e scrivere quello che gli dicono oppure può fare una scelta diversa, scrivere quello che trova giusto e occuparsi di quello che gli interessa. Le conseguenze sono diverse: nel primo caso guadagnerà un posto di prestigio (ovvero statale), nel secondo caso potrebbe finire male.


L’ultima antologia di Anna Politkovskaja è intitolata “Vale la pena morire per il giornalismo in Russia?” Se oggi dovesse dare una risposta a questa domanda, quale sarebbe?

Non posso rispondere di sì, che ne vale la pena, perché lo vivo come una figlia a cui è mancata la madre. Per quanto riguarda il mio vissuto di giornalista, cerco di evitare qualsiasi confronto tra l’esperienza di mia mamma e la mia. Non ho la sua ricchezza professionale, trent’anni di attività, la sua grande esperienza. Lei lavorava a modo suo, in una maniera personale, io lavoro in un altro modo, il mio.


La proprietà statale e parastatale in Russia sta conquistando testate significative del panorama indipendente russo (NTV, Echo Moskvy). La proprietà della Novaja Gazeta è invece per il 51% in mano alla redazione, per scelta editoriale. Quanto questa può essere a Suo avviso un garanzia di qualità ed indipendenza dell’informazione?

Il direttore di un mezzo di comunicazione può influenzare la politica di redazione, questo vale per tutti i media. Ma avere il controllo sull’intero pacchetto azionario è un altro livello di proprietà e influenza.  Di conseguenza è un elemento che ricopre un ruolo importante: se le azioni appartengono, ad esempio, a Gazprom media, sarà più facile per loro dettare le condizioni, quello che deve essere scritto. Quando è il collettivo di redazione a decidere, è la redazione a fare davvero l’informazione.

continua su LSDI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...