Armi di bellezza di massa

Oggi ho avuto l’ennesima riprova che pur essendo donna ed eterosessuale mi capita tutto ciò che nei testi degli Elio e le storie tese succede agli uomini.

Avete presente formule tipo “Devo stare un po’ da sola” “Ah adesso che ci penso io ho un ragazzo!” “Esco da una storia di tre anni con un tipo”?

Ecco, se fino a questo momento pensavate che fossero appannaggio femminile, ricredetevi.

Queste mie orecchie hanno sentito cose che voi umani nemmeno immaginate. Mi manca solo “Stasera no. Ho mal di testa” e poi penso di aver fatto l’en plain.

Quindi, forte di questa dolorosa consapevolezza di essere una donna a metà che ha a che fare con uomini a metà, dedicherò questo intervento del giorno ad una delle poche certezze che mi sono rimaste in fatto di uomini e donne: le donne si truccano con cose che gli uomini non sanno nemmeno pronunciare.

ARMI DI BELLEZZA DI MASSA: COSA SONO E PERCHE’ ESISTONO DAVVERO

FONDOTINTA: sostanza solida o liquida ma mai gassosa che serve alla donna per convincersi che l’enorme brufolo apparso nel centro della sua fronte in realtà non esiste, è un’allucinazione dovuta al sonno;

CORRETTORE: sostanza top secret che la donna applica sotto gli occhi con l’impiego di una comoda cazzuola da pochette.  Il motivo per cui il correttore è particolarmente apprezzato è la sua omertà: nemmeno sotto tortura rivela al tuo capo quante ore hai dormito;

TERRA: trucco dal tono nostalgico, serve a ricordare alla donna quanto era bello essere abbronzate. Con l’abbondante utilizzo della terra in pieno inverno la donna suggerisce che ha bisogno di ferie;

FARD: elemento del make up di cui Heidi abusava sin dalla più giovane età;

OMBRETTO: elemento cromatico che può essere coordinato al vestiario, all’umore, alla scena iniziale del film preferito, ai cappellini di Moccia o ai tailleur della First Lady americana. Forse il collegamento non è evidente, ma l’ombretto è sempre coordinato a qualcosa;

MASCARA: trucco scenico che produce il massimo effetto nelle giornate di pioggia scrosciante;

MATITA PER LE LABBRA: elemento del make up che se impiegato in maniera scorretta, unisce la donna al clown di Mc Donald’s;

ROSSETTO: strumento che le donne normali impiegano per macchiare le tazze da caffé. Quive le donne dei servizi segreti tengono le microspie;

GLOSS: sostanza utilizzata dalla donna come alternativa al giubbetto catarifrangente;

MATITA PER GLI OCCHI: elemento del make up che unisce Paris Hilton a Boy George;

KAJAL: matita di livello superiore che dà il massimo del risultato se abbinata a sguardo truce o mastino napoletano che ringhia;

EYELINER: strumento il cui corretto utilizzo permette di superare l’ultimo esame dell’Università della donna. Può essere applicato con l’aiuto di un righello o di un geometra.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...