in mancanza di tempo e spazio

IN FINALE
la mia esperienza nel mondo dei tour operator si è dimostrata interessante ma

gioiosamente conclusa.
Ho una nuova consapevolezza delle caratteristiche che il mio lavoro deve avere. Sono per lo più caratteristiche in negazione, ma da qualche parte si deve cominciare.

Se dovessimo giocare al “disegna il tuo lavoro“, ci sarebbero
NON deve lasciarmi ad autogestire completamente una situazione più grande di me
NON deve costringermi a trucchi paralegali
deve lasciarmi del tempo libero
e deve permettermi di vivere nella realtà.


bolla_siad

Ho scoperto di essere un animale DA TERRA, DI TERRA.
Non domestico in senso stretto, ma con una solida apparenenza allo spazio e al tempo.
Amo il contatto fisico, mi restituisce la mia corporeità. Mi ricorda che sono viva perché occupo delle coordinate, occupo degli angoli di vita, occupo spazi della memoria.
Sono viva perché ingombro.
Amo il tocco del piede nudo sul pavimento freddo della mia casa, lo spazio nelle sue espressioni umane e naturali.
Amo l’ESPLORAZIONE degli spazi minuti, una cittadina, una viuzza.
Trovare semplicemente una seconda strada per arrivare nello stesso posto.
Amo la lunghezza dilatata dell’ultima misura prima di arrivare.
Amo il tempo, le date, le ricorrenze. Che ogni giorno abbia la dignità di un nome, e non possa fluire senza segnalarlo.
Amo i giorni della settimana, i mesi, le battute della giornata e le sue sfumature.

 

Non l’avevo mai considerato, ma in questi mesi senza spazio e senza tempo sono diventata catatonica.
Oggi sono andata a camminare per la mia piccola Oderzo e mi sentivo un pipistrello esposto alla luce.
Troppo spazio, troppo.
Sentivo qualcosa che formicolava sotto i piedi e non si chietava…

san pietroburgo


27/7 

Come sa essere dolorosa
anche quest’acqua
che scava e non lenisce
raschia la pellicola
e lascia la carne viva
Un succo lucido
gocciola dalla balconata
e si riappacifica nel
moto orizzontale, sonoramente
sordo


 

2 pensieri su “in mancanza di tempo e spazio

  1. Ciao ! stavo leggendo la tua  esperienza sulle navi da crociera, devo dire ke mi ha sempre incuriosito ma da quello ke ho letto nn è sempre piacevole. Ho un pò di esperienza cm assistente ma nn so se riuscirei a  cavarmela anke in questo tipo di situazione, aggiungimi ai tuoi contatti msn ke magari qualke volta ne parliamo.

  2. Ha i suoi lati piacevoli, diciamo che quando ti sembra di soffocare ti basta gettare tutto nell’acqua, e la stanchezza sprofonda e si allontana. Io credo che te la caveresti, e soprattutto se hai qualche esperienza.  Ma come tutte le cose, non sai se ce la fai fino a quando non ci provi…  E solo allora misuri le tue forze…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...