la voce di vysotskij

La prima volta che si ascolta Vysotskij dici "Ma che voce roca!"
La seconda volta stai già canticchiando
Se poi ti capita anche di leggere il testo della canzone, a quel punto Volodja ha definitivamente vinto, ti piace.

Spiegare chi è stato Vladimir S.Vysotskij non è semplice, è un attore che canta e un poeta che suona la chitarra.
Forse non ve lo so spiegare meglio.

La cosa che colpisce da subito di Vysotskij è l’uso che fa della voce. "Ovvio", potrebbe dire qualcuno "è un cantante". Si, signor lettore, hai ragione, ma quello che rende Vysotskij unico nell’interpretare le canzoni è che usa la voce da attore: grida, sussurra, si arrabbia, si intenerisce. La sua particolarità come bard è la maniera quasi grezza di cantare, che fonde parlato e musica.
Il testo, la musica, l’intonazione sono un’unica cosa, creano una monologo in musica.
 

 


Il suo mezzo espressivo più potente è quello che i russi definiscono крик Высоцкого, l’urlo di Vysotskij.
Non si può ascoltare Vysotskij e rimanere indifferenti, non è musica da sottofondo. Provate a lasciare la musica accesa e fare dell’altro, Vysotskij entro 5 secondi vi ritirerà a sè.

Ho letto da qualche parte un articolo su Vysotskij che sosteneva che questo bard usa l’urlo come un mezzo per provocare nell’ascoltatore compartecipazione, empatia, pietà.
E’ vero, e quando leggerete i testi che metterò su questo blog capirete che un uomo con le idee di Vysotskij non poteva che per gridarle.

Riporto alcuni frasi da un’intervista rilasciata da Vysotskij nel 1970 a Menšikov, altro grande attore di teatro della Taganka. Così capite il calibro del personaggio!

Tratti fondamentali del carattere di un tuo amico – Tolleranza, saggezza, discrezione
            Cos’è un amico – Una persona a cui puoi raccontare le cose peggiori di te
                        Cosa faresti se fossi a capo dell’Unione sovietica – Abolirei la censura
            Cosa vorresti dare ad una persona qualsiasi, se fossi onnipotente – Una seconda vita

Tratti del carattere preferiti in una persona – L’invasamento, il darsi completamente
                Lati negativi in una persona Stupidità, grigiore, arrendevolezza
                               Che cosa ti manca – Il tempo 
           Che tipo di persona ti ritieni – Diversa
Le tue passioni – I versi, gli accendini
           L’ultima cosa di cui hai gioito – Il buon umore
                        L’ultima cosa che ti ha addolorato – Tutto
           Il tuo sogno – Una vita migliore
Che cosa vorresti ottenere in vita – Che capissero, che mi lasciassero andare ovunque
 
(ndV, nota di Vale, questa frase è da riferirsi alle limitazioni che l’Unione Sovietica poneva per quanto riguardava i viaggi all’estero. Aggiungo che Vysotskij nel 1968 aveva conosciuto Marina Vlady, attrice francese con cui si sarebbe sposato due anni più tardi, aveva quindi parecchi motivi per viaggiare)
 
               Vuoi essere un grande – Lo voglio e lo sarò

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...